Pearling (ovvero: bollicine sulle piante)

Apro questa discussione per parlare un po’ del pearling (o perlage), ovvero delle bollicine che possiamo vedere talvolta formarsi sulle foglie delle piante.

Cos’è il pearling?

Il pearling non è altro che ossigeno che raggiunge la saturazione in acqua e, non potendo sciogliersi ulteriormente, forma delle bolle sempre più grandi, che si fermano principalmente sulle foglie e poi salgono in superficie (o si sciolgono in acqua se le condizioni cambiano e lo consentono).

Alcune foto random che ho trovato (rispettivamente: Ludwigia sp. “Marilia”, Rotala sp. “Butterfly” (?), Mayaca sp. “Santarem Red” e Myriophyllum mattogrossense).




Senza addentrarci nei dettagli, c’è una legge che parla di equilibri gassosi - Legge di Henry - da cui possiamo ricavare quanto ossigeno può essere disciolto a saturazione.
Ad esempio, si può calcolare che a livello del mare e a 20 °C, ci sia saturazione a circa 9 mg/l di ossigeno disciolto.

La saturazione di ossigeno dipende dalla temperatura (più la temperatura sale meno ossigeno è disciolto), dai sali disciolti (es: acqua salata satura prima della dolce) e dalla quota (più si sale, più ossigeno è disciolto a saturazione).

Come si ottiene?

Per vedere la saturazione di ossigeno in acquario occorre di solito una buona attività di fotosintesi. Quindi tante piante, di solito, per avere pearling esteso su tutto l’acquario.
Visto che si parla di fotosintesi, anche alghe e cianobatteri possono fare pearling.

Cosa significa?

Avere le piante con pearling significa generalmente che stanno bene, poiché stanno compiendo attivamente la fotosintesi. Tuttavia avere pearling non ci garantisce che tutto sia a posto, possiamo comunque avere eccessi/carenze o altri problemi (vedi cianobatteri o alghe che fanno pearling pure loro).

Viceversa, non avere pearling non implica che le piante stiano male. Semplicemente ci sono fattori che influenzano la presenza delle “bollicine” per cui non ci sono, nonostante le piante stiano bene. Fra questi, possono esserci il movimento d’acqua oppure scarso numero di piante in proporzione all’acquario oppure alta attività batterica nel fondo/filtro, che usa ossigeno.


Voi avete avuto esperienze con questo fenomeno? Fateci sapere e mostrateci le foto (saranno sicuramente più belle delle mie) :smiley:

Solo su alghe e ciano :joy::joy:

@Fav0z Che mi dici della Nymphaea Lotus a livello di crescita, particolari necessità o accortezze? Può essere un sostituto di lemna, salvinia e compagine in termini di voracità di nitrati? (pensavo di metterla coi i futuri discus… È una pianta che ho visto presente nei diversi video e che, in vasca, creerebbe un bell’effetto quando scherma la luce dalla superficie dell’acqua con le sue foglie)

No. Però è rapida. Soprattutto quando arriva in superficie con almeno una foglia.

La mia è senza fertilizzazione :sweat_smile:

Anche a me piace molto. :hugs:

La funzione rispondi con un topic collegato è gratis :grin:
Per la Ninfea la uso io dopo, se nessuno lo fa prima: ho un po’ di fotine interessanti


Caridinaio, 30L, no CO2

2 Mi Piace

@carlo_79 queste foto vengono dall’acquario degli altispinosa. Le piante son su sabbia, eppure fan pearling :wink:

hai una foto d’insieme del tuo acquario?

Mmm
Te la faccio stasera.
Considera che però ho solo 2 altispinosa! Una coppia. E basta.
Niente caracidi. Nulla di nulla. Non credo tu voglia imitare questa gestione :sweat_smile:

No non lo voglio vedere per imitarlo ma mi posso darmi una regolata su piante spessore sabbia e così decidere se possa essere un acquario per me… devo dare agli ospiti un ambiente ideale per vivere e che piaccia anche a me

Sì sì te la faccio la foto, solo stasera che ora son via :sweat_smile:
Comunque non devi imitare la mia vasca, puoi tenerla anche diversa eh :joy:

Sempre mayaca. Sempre più bella

2 Mi Piace