Popolazione per acquario amazzonico 130x50x65h

Ciao a tutti ragazzi!


Questa in foto è la nuova vasca artigianale di misure 130x50x65h.
L’altezza è nominale infatti, togliendo lo spazio dove c’è la banda e il fondo, avrò circa un 57-58cm di colonna d’acqua.
Prima di partire con l’allestimento volevo ben decidere quali pesci inserire.
La mia idea di partenza erano i discus (6 o 8 esemplari) ma leggendo un po’ in giro e informandomi sulla loro gestione mi sono un po’ spaventato: cambi del 50/80%, 5 pasti al giorno, sifonature continue… Insomma ne ho lette di ogni!!
È vero che non esiste una regola matematica sulla gestione di un acquario in quanto questa può variare da situazione a situazione, ma comunque mi è parso molto impegnativo gestire una vasca con discus.
Purtroppo non ho moltissimo tempo o giornate intere da dedicare ad un acquario super esigente e da qui è nato il bisogno di valutare anche altre alternative ai Discus (oppure essere semplicemente tranquillizzato circa la gestione di tali vasche che paiono dei bebè…).
In linea generale volevo rimanere su di un amazzonico e come punto fisso di partenza circa la fauna mi piacerebbe moltissimo avere un bel gruppetto di Cory da veder scorrazzare sul fondo (evitando Ciclidi nani).
Aspetto vostri consigli😃
Grazie in anticipo a tutti!!

Certamente se ci butti dentro quarti di bue comprese frattaglie, non basta un impianto di depurazione di una città per smaltire il carico organico e quindi entrano in gioco i cambi cospicui con sifonatura.
I quarti di bue teniamoli per la griglia, meglio senza stracuocere :smile:

Se invece alimenti in maniera più sensata i pesci (i discus NON sono carnivori né tantomeno mangiano mammiferi) la gestione diventa molto più facile. Sono infatti pesci tra il vegetariano e il detrivoro, in natura, quindi un’alimentazione ricca di vegetali ci sta benissimo. Non vanno trascurati gli insetti e altri elementi nutritivi per una alimentazione completa.

Con una gestione più tranquilla, non sono pesci "difficili*, neanche banali, per carità. Ma allestendo correttamente e popolando il giusto sono gestibilissimi. Parlo ovviamente di esemplari né wild né troppo selezionati.

Per abbinamenti di popolazione, non consiglierei troppo pesci da fondo perché lì i discus mangiano e mangiano con molta calma, quando e se hanno voglia e quanto hanno voglia.
Piuttosto metterei specie che occupano la parte medio-alta dell’acquario.

Se ti interessa anche io sto riallestendo per i discus quindi puoi prendere ispirazione da lì.
Abbiamo anche un articolo di Christopher Englezou già pubblicato:

Usa discus e altri pesci wild e l’allestimento è di biotopo. Tuttavia può essere un buon punto di partenza :wink:

Molto meglio :man_cook:

Perché sono molto sensibili?

Cavoliii! Neanche i Cory? Li davo più “tranquilli” come pesci!

Però qui ad esempio mette discus e quel grosso cicliden che sembra razzolare il fondo… Penso sia un allestimento più espositivo, no? Sicuramente è di spunto per l’allestimento! :grinning:

Certooo! Infatti ho letto anche la tua discussione che seguirò sicuramente!

Non complicarti troppo la vita con i Discus, son pesci un po’ rognosi.
Complicati perché non mangiano tutto, perché va curata la dieta, perché comunque inquinano più di altri pesci (ma non come mucche come la gente pensa).

Sì, li selezionano per colore e forma. Peccato che la forma perfettamente tondeggiante è data da accumuli di grasso poco salutare. Oltre a questo spesso li vedi alimentati a cuore di bue e proteine animali, che spappolano il fegato dei pesci. @Ananas

Sì, è espositivo. E han a disposizione pesci in salute, cosa molto rara nel mercato acquariofilo. :sweat_smile::sweat_smile:
Sicuramente qualcosa ci potrai abbinare eh, solo che farei “un passo alla volta”.

Fosse il mio acquario, probabilmente metterei solo i Discus, e poi col tempo, con le giuste quarantene, aggiungerei gli altri pesci.

Più un pesce è selezionato più in generale è problematico. È un discorso molto generico ma di solito si avvera.

Non è che i Corydoras diano loro fastidio o facciano male. Per me puoi anche metterli, dico solo che almeno i miei sono abbastanza schivi a mangiare, quindi si lasciano prendere il cibo dagli altri (l’ho osservato quando avevo alcuni Corydoras di passaggio in acquario, che non ci sono più ora).

Come dice @Fav0z, piuttosto metterei più specie che non condividono la zona usuale di nuoto. Il discus di per sé non è troppo legato al fondo ma ci mangia. Quindi direi qualche specie con livello di nuoto centrale/alto

Meglio così! Visto che comunque sarà la mia prima esperienza con i discus e già sono timoroso!

Quindi meglio evitare Cory!

Mi piacerebbe allora mettere le carnegiella che sono altri pesci che mi piacciono molto e che dovrebbero nuotare alti in vasca!
Potrebbero starci?

A mio parere sì, le mette anche Chris Englezou nel suo allestimento di biotopo.

Fantastico!! Sarà un po’ un problema la quarantena non avendo una vasca di appoggio! Mi dovrò attrezzare!!

Il problema con i discus è che mangiano lenti come ti dicevano… quindi il problema non sono i Cory ma come gestire la loro alimentazione. metà di quello che dai ai discus finisce in pancia agli altri inquilini che diventano delle botti.
Per il resto i discus non danno grosso fastidio agli altri pesci (e neanche ne ricevono se si resta su abbinamenti abbastanza classici).
La cosa più complicato con i discus è la gestione del gruppo. Ci saranno pesci più aggressivi che si abituano subito e pesci più timidi che potrebbero avere ritardi di crescita e stress. Io ti consiglio vivamente di mettere tutti pesci della stessa taglia (e magari anche dello stesso stain/varietà… ma qui si mischia il beneficio con ciò che piace a me).
Le Carnegiella vanno benissimo. Sono pesci delicati ma bellissimi (e di cattura). li avevo anche io. Soffrono un po’ gli sbalzi…e danno il meglio in gruppo.
Con questa popolazione diciamo aumenti le possibilità di avere riproduzione di successo.
Se inizi a inserire loricaridi (attenzione alle temperature… tipo peckoltia) c’è la concreta possibilità che nottetempo si mangino le uova.

Questo sicuramente!! In modo che crescono insieme e sperando che crescano all’unisono!

Quando sarà tempo pensavo ad un 15 carnegiella!

Speriamo… Il mio obiettivo comunque non è farne una riproduzione intensiva anche perché poi non saprei dove metterli visto che comunque l’acquario non è grandissimo! Miro a tenerli al meglio mio possibile e se capitano delle riproduzioni (sempre nella stessa vasca) tanto meglio…anzi benissimo! Mi affascina parecchio l’accrescimento degli avanotti sul corpo del genitore.
Ma comunque ci vorrà tempo!

Difficilmente hai mega riproduzioni. La coppia dominante tende a bloccare le altre. Il mio maschio (che poi è anche quello di @Diego la notte la mangiava le uova della seconda coppia).
Per le carnegiella va benissimo. Conta che hanno un carico organico inesistente. Io le alimentavo a micro pellet (e formiche :sweat_smile:). Il limite è più che altro il portafoglio.
Se scegli varietà che mostrano le bar mi fai più contento che non mi piacciono i pigeon​:joy::joy: scherzo eh scelta tua

Meglio! Almeno si autolimitano!

Questa mi è nuova :joy::joy: ti imiteró!

Nono, ti appoggio completamente! Personalmente non mi piacciono affatto quei discus super colorati che di selvatico hanno poco! Vediamo se riesco a trovare una soluzione relativamente low cost!


Questa la vasca! L’idea sarà quella di aumentare il numero di foglie sul fondo, ovviamente in modo graduale!

Domanda: quali differenze ci potrebbero essere tra l’allevamento di Discus con quello di scalari (magari Altum)?

Troppo piccola, troppo bassa per questi.

Gli scalari commerciali son solitamente bruttini. Quelli wild form son più belli, però la vasca andrà “ingrandita” quando hanno un anno di età circa, perché così è troppo piccola per ospitare un gruppo di adulti.

Poi cambiano un po’ i valori, la temperatura, ecc, ma dipende di che scalari parliamo, tra i wildform e i commerciali c’è un abisso

Stavo un po’ valutando le alternative perché come al solito ho un po’ paura di non dedicare il tempo necessario a pesci come i discus! Tra lavoro e università…

Gli scalari ti occuperebbero lo stesso tempo. :wink:

Altre possibilità ci sarebbero?

Ma se ti piacciono i Discus, io farei con loro. Alla fine i cambi comunque li devi fare. Se non ne prendi 500, il carico organico è gestibile. Un piccolo gruppo di 5 o 6 esemplari ci sta :wink:
Senza esagerare, senza complicare troppo. Qualche galleggiante, che aiutano tantissimo nei momenti in cui hai più impegni.
Il resto si tratta solo di dar cibo.

Se vuoi altre idee, puoi fare un gruppo di altispinosa, che son carini da vedere.
Oppure dei ciclidi nani e qualche dither.
Io preferisco le vasche “vuote” con pochi pesci confrontati ai litri. Perché le fanno sembrare “più grandi”.
Vediamo se anche altri han qualche suggerimento.
Comunque il grado d’impegno sta sempre in base a quanto “spingi” la vasca. :wink:

A mio parere i discus sono gestibili, se tenuti tranquillamente. Ovvio che qualche attenzione bisogna dargliela, specialmente con l’alimentazione, ma se l’allestimento è ben pensato è un buon primo passo.

Anche io tendo ad avere vasche “vuote”, ha tanti vantaggi.

Ma loro non necessitano un fondale con più barriere visive? Praticamente ora, a parte le foglie, è tutto spoglio e visto che ci sono già i legni che cadono dall’alto non vorrei mettere altra roba sul fondo!

I mesonauta invece?