Modifica illuminazione

Mi ritrovo con una vecchia plafoniera(costruita nel 2010) con power led cree da 3w, che attualmente mi si sono cominciati a “fulminare” (se si può dire per i led) in sequenza. Volevo modificarla mantenendo però il controller, che avevo aggiunto in seguito, Vecchio controller, con specifiche di alimentazione controllabili sul link. Sarebbe possibile cambiare la tipologia di led con un COB tipo lui e poter comunque usufruire di alba/tramonto ecc ecc? Dalle specifiche mi sembra sia fattibile ma vorrei un parere esterno

Se hai la versione da 36 volt, sì.
Non ti dovrebbe servire il driver, ma sentiamo @Diego

Non riesco a capire se il controller abbia già i driver inclusi o meno.
Occhio che la potenza non è tantissima, quindi non esagerare con i led.

Il controller ha già i driver, a 700mA mi sembra. Puntavo ad un singolo led da 16w. Si ho la versione a 36v😀

Ottimo.
Allora tra i vari nichia controlla quali si accendono con 36v e 700 mA.
Quello del link dovrebbe andare. Ma per una sicurezza in più scarica i datasheet che son disponibili.

1 Mi Piace

Allora, sul datasheet pdf trovo questi valori come valori di massimale
rating
quindi teoricamente dovrei essere a posto a 700mA, però essendo il led in questione (lui) da 16W, non mi tornano i conti. Avendo un voltaggio di lavoro di 35V otterrei una corrente di 460mA, che sarebbe quella a cui sono state fatte tutte le misurazioni riguardo le caratteristiche ottiche e di luminanza (ecc). Ho poi questo grafico


che da un lato mi tranquillizza perchè spiega che al di sotto dei 900mA ho una durabilità eccellente, chiaramente dissipando nel modo giusto. Quindi, per riassumere, credo vada bene?

ulteriore tabella

mentre qui c’è una tabella di test, in cui vedo scritto che entrro gli 82° con 900mA ho almeno 1000h di operatività

I test nell’ultima tabella sono quelli “estremi”, non sono le condizioni normali di funzionamento. Per esempio, ti dicono che tutti e 10 i chip alimentati e mantenuti a 82°C funzionano dopo 1000 ore ma non vuol dire che sia ottimale tenerceli.

Quindi terrei per buone le indicazioni comprese entro i rating massimi assoluti.

Sono prove di condizionamento che in generale si fanno per valutare la resistenza dei prodotti a vari maltrattamenti.

1 Mi Piace

Infatti mi sa che non va bene, il driver cercherebbe di arrivare a 700 mA in teoria, e quindi il led avrebbe una differenza di potenziale molto più alta di 35V.
Hai due soluzioni, o metti due led in serie (due da 350mA) Oppure ne trovi uno che vada a 700mA.
Il nominale del led è 460 mA.

Ma se il voltaggio rimane fisso a 36v non andrebbe bene? Posso dimmerare, la centralina gestisce alba e tramonto quindi credo che potrei anche diminuire la potenza in uscita, credo lavori solo sull’intensità e non sulla tensione no?

Da quello che ho capito della centralina, sembra abbia un driver in corrente. Però forse ho capito male.
Se ha un driver in corrente essa cercherà di mantenere 700 mA, almeno finché è dentro al range di potenza.
Inutile dire che non la farei lavorare fuori dalle condizioni.
Però sentiamo @Diego

EDIT:: Ho letto meglio le caratteristiche, il controller genera solo il PWM, poi son i driver D1, D2, D3 ecc a controllare il led.
Non so che configurazione tu abbia, ma si può comunque cambiare il solo driver, nel caso fosse incompatibile.
Sempre dallo stesso sito del LED mi pare vendano i driver con ingresso PWM, però bisogna un attimo verificare che segnale dà in uscita e in che cavi è, la scheda tecnica del controller è un po’ un casino ahahahah

E se invece andassi su un nichia da 30w? Così sicuramente sarei nel range, ma lo terrei a metà potenza da controller e non avrei problemi, o no?

Questo

Se è un driver in corrente, lui genera la corrente nominale. Non cerca di forzare altre correnti (per esempio quella nominale del LED).

Quindi se il driver è in corrente da 700 mA, cercherà di erogare quella corrente, ovviamente se ci riesce data la tensione a disposizione.

1 Mi Piace

Dovrebbe funzionare. Ovviamente andrà a 700mA

1 Mi Piace

Ok, proverò quella strada. Ma quindi in teoria la dimmerazione del driver è in tensione, non in corrente?

Allora il driver riceve un input pwm in tensione dal controller, e regola la corrente.

Quelli che uso io e usa anche @sovramonte99 fanno la PWM della corrente, erogando la tensione necessaria per ottenere la corrente richiesta. Quindi in linea di principio la tensione non cambia.

Come posso verificare come lavora il driver? Se collego un tester in serie riesco a misurare i mA? Dipende dal tester? Perché mi sembra strano che lavori sulla tensione. Nel caso lavorasse sulla corrente, in teoria potrei quindi utilizzare anche il led da 16w mantenendo il pwm a circa 60%

Ha un’etichetta questo driver?

Se è indicato un range di tensioni e una sola corrente, lavora in corrente. Esempio: 350 mA, 2-52 V (copiando da quelli della mia plafoniera).

Sì, ti metti in serie al LED e misuri la corrente. Occhio che il multimetro supporti la corrente.

No diego niente etichetta, è roba “antica”. Però si, ci era indicato un range di tensioni (dipendente però dalla tensione dell’imput, mi sambra con 36v faccia 10-36v) e una sola corrente(700mA)