Fauna per Acquario Tanganika

Ciao a tutti ragazzi,
Sto allestendo un tanganika di circa 400lt dalla forma un po’ insolita😅


Non vorrei mettere nulla di complicato da gestire e magari riuscire a far convivere specie diverse (non un monospecifico per intenderci).
Quali soluzioni potrebbero esserci?

Grazie in anticipo :grinning:

Son 400 litri, ma è molto piccola!
Io proverei con una specie di conghiofili piccoli (multifasciatus o similis) e una specie rocciofila ma piccola, tipo i Julidochromis più piccoli (non i miei, son troppo grandi).
Con quell’altezza svilupperei la rocciata in verticale, ma ne parliamo di là.
@Ananas @Shadow

Ad essere onesti il bispecifico va a culo. Se hai fortuna funziona, se hai sfortuna (come a me) una delle due specie non riesce a curare i piccoli e rimani con gli esemplari iniziali.
Occhio a non preoccuparti a vedere l’acquario “vuoto” quando metterai 5 pesci minuscoli, in quanto in questo tipo di acquari dopo qualche mese i pesci iniziano a riprodursi anche troppo. Ed essendo le specie coloniali, il numero di sopravvissuti alle riproduzioni è alto.

Si, l’idea dei conchigliofili mi piace molto.

Quale specie potrei allevare? Come dici tu sia in termini di dimensioni che di reperibilità del pesce.

Il fatto era proprio quello… L’idea era anche quella di trovare pesci che mi occupassero anche la parte medio alta della vasca (essendo molto sviluppata in altezza)… Se fattibile…
Magari avendo dei conchigliofili che stanno prevalentemente sul fondo ed una qualche specie che invece occupa la parte medio alta.
Ditemi voi… :sweat_smile:

Io farei una rocciata sviluppata in altezza con una singola colonia. Allargandosi prenderà possesso di tutta la vasca.

questo per darti un idea dell’effetto


@Fav0z può confermarti che i julido non sono facili da riprodurre (per quanto i suoi siamo i più difficili e hanno molta competizione).
Soprattutto ci vuole tempo e molta pazienza. Se vuoi avere risultati in minor tempo mi butterei sui brichardi.
Ci sono anche gli altolamprologus in caso ma sono anche loro lentissimi… quelli forse li puoi abbinare a dei conchigliofili ma aspettiamo sempre @Fav0z. Solo conchigliofili secondo me non è una buona idea. Occuperebbero solo il fondo (che è poco se rapportato al litraggio) si sposterebbero in colonna solo quando il fondo sarà strapieno ma a quel punto quelli in colonna sono semplicemente li a vagare. Se vai per conchigliofili farei lo stesso la rocciata in altezza almeno dai loro un appoggio.
Per me julido tutta la vita ma ci mettono un anno per arrivare a maturità. Poi ripagano però

Sì… Ma in generale tutti i pesci tanganyika ci mettono così tanto. Li vendono che han 6 mesi, quindi almeno altri 6 li devi aspettare…
Julidochromis marlieri son abbastanza diffusi e li dovresti trovare.

Questo è vero. Quindi sicuramente non conghiofili da soli.

Quindi le soluzioni potrebbero essere:
Colonia di brichardi
Conchigliofili + altolamprologus (datemi conferma)
Brichardi + Julidochromis marlieri (datemi conferma)

Queste soluzioni ovviamente su di un allestimento con rocciata sviluppata in altezza…

No

Io pensavo più conghiofili e Neolamprologus brichardi.
Oppure conghiofili con julidochromis marlieri

Esatto

Gli altolamprologus sono pesci bellissimi ma aggressivetti e lentissimi… pensaci bene perché prima di averli grandi e maturi ci vorrà almeno un anno/anno e mezzo. Poi dovrebbero cacciare sui multi ma avresti raggiunto una popolazione grossa di conchigliofili… pure troppo grossa.

A questo punto sono molto più orientato su loro…

Gli altolamprologus con quali pesci potrebbero convivere?
Fattibile tenerli insieme ad altre specie di altolamprologus? @Ananas @Fav0z

Di solito per loro si consiglia monospecifico. Ma a quali in particolare ti riferisci?

Ho visto in un negozio i Calvus di diverso tipo; quelli neri a pois bianchi, striati
Scusate l’ignoranza in materia :sweat_smile:

Son abbastanza aggressivi. Se non ricordo male vanno tenuti in coppia. E non sarebbero coloniali.
L’idea più sicura secondo me son dei conghiofili coloniali (similis, multifasciatus) e i julidochromis marlieri.
In generale ogni bispecifico è un rischio in acquari di ridotte dimensioni (sì, il mio e il tuo son acquari di ridotte dimensioni per il lago purtroppo), però julido è conghiofili potrebbe funzionare.

Questo li esclude direttamente. Sarà per dei conchigliofili ed i julido :grinning::muscle:t3:

Si sono pesci bellissimi ma non coloniali. Di solito anche in acquario come il tuo vanno tolti i sottomessi (cosa non sempre fattibile). Potrebbero predare sui coinquilini (non è un male a priori). Se cerchi coloniali meglio altro. Conchigliofili e julido :ok_hand::+1:. Se non trovi i marlieri ti consiglio comunque di stare sui julido più semplici. Quello di @Fav0z sono bellissimi ma a parte la essere grandini sono pure i più rognosi da riprodurre

Che dimensioni raggiungono??

Altra domanda…


Avendo questo particolare allestimento e popolando la vasca con dei conchigliofili, l’idea di creare due ammassi ai lati opposti della rocciata di gusci in modo da far formare due colonie diverse ma della stessa specie è fattibile?? Meglio crearne uno solo grosso? Potrebbero entrare in competizione? Si potrebbe arrivare alla formazione di due colonie magari di conchigliofili di specie diverse (credo sia proprio meglio evitare, ma vi pongo la domanda lo stesso)?

Se la vasca fosse più grande sì. Ma hai 80 cm di lato, mica 2 metri.

Mi pare circa 10 15 cm

È lo stesso. Si formeranno comunque più di una colonia. Perché son piccoli e riescono a dividersi lo spazio. Non serve che cerchi un layout che piloti i comportamenti (anche perché non funziona sta cosa, non è che i pesci si mettono dove vuoi te).
Secondo me partendo da 7 8 esemplari si formeranno due o tre coppie, da cui partiranno le colonie.
Non mettere specie diverse di conghiofili, altrimenti rischi di avere 0 colonie, e la cosa non è divertente. Rimarresti con 13 pesci in vasca, tra l’altro minuscoli.
La cosa figa del tanganyika è che quando le colonie partono, l’acquario è pieno di pesci, che interagiscono attivamente tra loro.
Foto fatta adesso, velocemente, prendendo le chiavi della macchina, che erano appoggiate vicino l’acquario:

Quindi mettere due ammassi di gusci separati tra loro dalla rocciata può servire come non può servire… Giusto?
Non era tanto per pilotare ma magari cercare di dare “più spazio” alla formazione di più colonie che, avendo poi più spazio, riescono a formarsi belle grandi(stessa specie di conchiofili). Anche con un solo ammasso grosso molto probabilmente arriverei ad avere una bella colonia, ma avendo due zone nell’acquario si poteva sfruttare (sempre se i pesci colonizzato indipendentemente i due ammassi di gusci)


Giusto per rendere l’idea

P.s. Pesci fantastici nella foto… Mi metti in difficoltà se conchiofili e julido o conchiofili è brichardi… :sweat_smile:

Non c’entra nulla. Se le spostano le conchiglie…
Fai uno scape che sia bello. La dimensione delle colonie non cambia. Anzi, avrai il problema opposto.
Ti ricordo che i problemi di questi acquari è proprio la dimensione delle colonie (molto grandi). E quindi ti toccherà sfoltire.
Fai uno scape che sia bello e naturale, senza preoccuparti di quel che faranno i pesci. In quanto, una volta garantite delle cose minime (che ci siano conchiglie e sassi e nascondigli) i pesci “si arrangiano” a trovare il posto che per loro è migliore

Fantastico!!!

Vi aggiorno :grinning: